Arte contemporanea sudafricana: i migliori artisti e dove trovarli

Cape Town: da qualche anno ha acquisito sempre maggiore importanza nella produzione artisica contemporanea ed é ormai tra le città più floride per gli artisti emergenti. In questo articolo vi offriamo una breve lista dei migliori artisti sudafricani e in quali gallerie potete scovarli.

 

Hasan e Husain Essop

Immagine.png

 

Hasan e Husain Essop sono probabilmente i gemelli più famosi di Cape Town. Tramite l’uso della fotografia, medium principale delle loro opere, sottolineano la disputa multi culturale tra la religione e la cultura pop, con particolare riferimento all’uomo musulmano nell’ambito di una società colma di stereotipi e luoghi comuni sull’Oriente e l’Occidente. I gemelli sono gli unici soggetti dei loro scatti e spesso appaiono come cloni di loro stessi, componendo fotografie con più figure in una varietà di contesti e scenari culturali. Nel 2014, Hasan and Husain hanno vinto lo Standard Bank Young Artist Award per la sezione Visual Art.

I fratelli Essop sono rappresentati dalla Goodman Gallery.

Haroon Gunn-Salie

Immagine1.png

Haroon Gunn-Salie è un artista multidisciplinare con una laurea in Scultura presso l’Università di Cape Town, trasmette i temi pieni di patos della narrativa classica in installazioni e interventi artistici grazie anche alla collaborazione con differenti comunità. Nella sua serie Amongst Men l’artista commemora la vita dell’attivista anti-apartheid Imam Haron che fu assassinato dalla polizia nel 1969. Nel 2015 Haroon vince il premio SP-Arte/Videobrasil.

Haroon Gunn-Salie è rappresentato dalla Goodman Gallery.

 

Dillon Marsh

Nababeep-South-Mine-750x600

Dillon Marsh utilizza la fotografia per esplorare l’ambientalismo e il rapporto tra l’umanità e il mondo che ci circonda. Le sue immagini enigmatiche enfatizzano particolari elementi, sia naturali che artificiali, presenti nelle aree suburbane e rurali. For What It’s Worth pone visivamente in contrasto la produzione di una miniera di metalli e pietre preziose con altre diverse in Sudafrica.

Dillon Marsh è rappresentato dalla Gallery MOMO.

 

Kate Gottgens

kate_gottgens_-_bromide_beach_-_2016_-_oil_on_canvas_-_130_x_220_cm_700_wide

Kate Gottgens è conosciuto a livello internazionale per il suo stile nella pittura ad olio che allude all’ambiguità e allo stato di ansia che pervade l’uomo nella vita di tutti i giorni. I suoi dipinti sono caratterizzati da uno strato di pittura sfocata che oscura il volto dei suoi soggetti, impegnati in varie scene. Nel 2014, Kate è stata l’unica artista sudafricana ad essere inclusa nell’edizione dei 100 Painters of Tomorrow, una pubblicazione d’arte con i 100 pittori più talentuosi del mondo.

Kate Gottgens è rappresentata dalla SMAC Gallery.

 

Kemang Wa Lehulere

walehulere-cosmic.jpg

Kemang Wa Lehulere è un artista multimediale che lavora tra Cape Town e Johannesburg. Fa spesso riferimento alle storie dei neri del Sudafrica e alla sua vita conflittuale come un uomo di “razza” mista, figlio di un padre bianco e di una madre nera, cresciuto durante l’apartheid in Sudafrica. Nel 2014, Kemang è stato il primo destinatario dell’International Tiberius Art Award di Dresda, ed è stato nominato l’artista migliore nello Standard Bank per le arti visive l’anno successivo. E ‘stato recentemente annunciato Artist of the Year della Deutsche Bank per il 2017.

Kemang Wa Lehulere è rappresentato dalla Stevenson Gallery.

 

Tony Gum

2_1_mother

Zipho ‘Tony’ Gum è una giovane artista emergente e studentessa cinematografica che ha iniziato la sua carriera come blogger e co-founder del canale Youtube The Local Collective prima di passare ad essere un’artista visiva. Il lavoro di Tony ruota intorno all’identità africana. Fonde arte, moda e cultura attraverso una serie di diverse identità. “Black Coca-Cola” riproduce giocosamente il marchio iconico tra le vesti tipiche degli Xhosa ma anche in abiti contemporanei. Tony ha esposto sia a Capetown che negli Stati Uniti dove è stata nominata l’anno scorso vincitrice del premio della Pulse New York Contemporary Art Fair. Nel 2015, Vogue l’ha nominata la “Girl Coolest in Cape Town“.

Tony Gum is represented by the Christopher Moller Gallery.

MASTERS

Oltre agli artisti emergenti, non possiamo non citare due nomi di artisti ormai consolidati e acclamati dalla critica contemporanea.

Marlene Dumas

Tra gli artisti più consolidati del contemporaneo, Marlene Dumas gode di un ampio seguito ed è appoggiata ormai dalla critica a livello internazionale. Oltre la pittura, utilizza polaroid, riviste e materiale pornografico per la realizzazione delle proprie opere. Tra i suoi soggetti troviamo spesso ritratti, anche di bambini. Discussa e contestata, il suo intento è quello di stravolgere e sconvolgere l’arte contemporanea. Sudafricana, ormai vive e lavora a Londra.

Marlene Dumas è presente in numerosissime collezioni.

 

William Kentridge

Noto per i suoi disegni e incisioni, Kentridge lavora anche con stampe, libri, collage e scultura. Artista versatile nel cui lavoro unisce politica e poetica. I temi rappresentati nelle sue opere riguardano l’apartheid, il colonialismo e il totalitarismo. Il linguaggio è onirico con sfumature liriche o pezzi comici. Attraverso la sua poetica offre una visione emblematica ed attuale del Sudafrica.

William Kentridge ha di recente fondato il The Centre for the Less Good Idea .

 

 

Credits
Img. 1: Hasan and Husain Essop, Havana (Cuba), 2009. Courtesy of Goodman Gallery
Img. 2: Haroon Gunn-Salie, Amongst Men – Film Documentation, 2014. Courtesy of Goodman Gallery
Img. 3: Dillon Marsh, Nabebeep South Mine, Nabebeep (1882 – 2000), 2014. Courtesy of Gallery MOMO
Img. 4: Kate Gottgens, Famine, 2016. Courtesy of the artist.
Img. 5: Kemang Wa Lehulere, Cosmic Interluded Orbit, 2016. Courtesy of Stevenson Gallery
Img. 6 e img. di copertina: Tony Gum, Mother (Black Coca-Cola Series), 2015. Courtesy of Christopher Moller Gallery

 

Annunci