L’Olanda investe sull’arte contemporanea: riparte la residenza d’artista HMK

Si dà il via oggi fino al 1° giugno, all’open call 2018 per la residenza d’artista oltre confine dell’HMK, dedicata a giovani artisti e curatori.

Come ogni anno, l’organizzazione olandese no profit che gestisce l’iniziativa, invita i giovani talenti a popolare per un periodo che varia dalle 4 alle 8 settimane lo spazio creativo dell’Hotel Maria Kapel e a sviluppare, eseguire e presentare i propri lavori nella cappella. Successivamente al periodo di realizzazione, la residenza esporrà al pubblico le opere per un periodo di 4 settimane.

Ai giovani partecipanti sarà garantito il sostegno del viaggio e saranno offerti alloggio, studio e spazi espositivi. HMK sosterrà inoltre i lavori degli artisti mettendo a disposizione i propri strumenti e impegnandosi attivamente nelle attività promozionali, relativamente ai progetti, attraverso anche il coinvolgimento di contatti regionali, nazionali e internazionali.

A catturare maggiormente l’attenzione saranno soprattutto i progetti innovativi e ambiziosi, quelli che riusciranno ad interpretare il contesto e la storia di Hoorn, o della più generale Olanda, come punto di partenza per esplorare le questioni socio-politiche attuali, quelli che riusciranno a sfruttare i particolari spazi della cappella e a progettare e realizzare opere che vadano ad integrarsi con essi in modo da garantire un dialogo coerente ed emozionante.

Baha-Görkem-Yalim

CHE COS’È L’HOTEL MARIA KAPEL?

Hotel Maria Kapel (HMK) è un artist-in-residence, uno spazio espositivo e un cinema per l’arte visiva contemporanea che si trova nel centro della città di Hoorn, Amsterdam. HMK è un’organizzazione senza scopo di lucro che si propone di aiutare i giovani artisti e di promuovere quelli più affermati, provenienti da tutto il mondo. Sostiene la produzione del nuovo e supporta scambi tra artisti nazionali ed internazionali, istituzioni culturali e pubblico. Lo studio/spazio espositivo di HMK si trova in una cappella dell’inizio del XVI secolo, circondata da un cortile semi-privato. Il tranquillo e spazioso ambiente di lavoro offre uno spazio unico di riflessione, sperimentazione e produzione. HMK colloca l’artista al centro delle proprie attività e si pone come luogo di scoperta e di investimento su nuove idee, forse “rischiose”, ma necessarie per lo sviluppo artistico. Il programma pubblico di mostre, proiezioni, conferenze, workshop e pubblicazioni, si propone di sfidare la percezione dell’arte contemporanea, in modo da spingere il pubblico ad avvicinarsi alla sua vera essenza e motivazione.
PER L’APPLICATION LEGGI IL REGOLAMENTO QUI
Credits
Img, di copertina: Alicja Bielawska, Triangulum Australe, 2014, aluminum, textile, polymer clay, 160 x 300 x. Courtesy of the artist.
Img. 1: Romy Claessen, Baha Görkem Yalim, Kees de Haan, Gilles van Leeuwen, Rozi Szeleczki, Patricia Werneck Ribas and Emma Westenber, July 19 – August 16, 2014. Courtesy of HMK.
Annunci